mercoledì 13 dicembre 2017

La sala delle porcellane

Realizzata nel 1769 durante il Regno di Louis XV, questa camera, facente parte degli appartamenti privati del Re, fu concepita come sala da pranzo per il sovrano e la sua cerchia di intimi, ma Luigi XVI e Maria Antonietta, di fatto, non presero mai i loro pasti in questa stanza. Fu tra queste mura che prese piede a Versailles la "Cena di Società" . Si trattava di una cena a metà strada fra la grande Cena Ufficiale e quella completamente privata a cui partecipavano circa una quarantina di nobili. Se il numero dei commensali eccedeva,  si provvedeva ad imbandire le tavole anche nell'adiacente sala da biliardo.
Il nome "Stanza delle porcellane" è da attribuirsi al fatto che Luigi XVI, in occasione delle festività natalizie, usava questo ambiente per presentare al pubblico i pezzi di porcellana di Sèvres di manifattura più recente, di cui era grande estimatore e collezionista. Alcuni di questi pezzi sono ancora considerati fra i più raffinati e costosi soprammobili mai realizzati dalla manifattura di Sèvres


Pierre de Nolhac scrive:
"Il Re e la Regina vedevano Boizot (un famoso scultore che realizzò diversi busti della sovrana) meglio ancora, a Versailles, nel periodo dell'esposizione annuale dei prodotti di Sèvres. Essa si faceva nel periodo di Natale negli appartamenti del Re, che si liberavano a metà dicembre e che restavano fino all'Epifania a disposizione degli artisti della Manifattura. Per quindici giorni la famiglia reale e tutta la Corte vi facevano i loro acquisti ed era un'occasione per valorizzare le nuove opere degli atelier, tra i quali i bisquit avevano sempre un posto importante. Luigi XVI amava aiutare a togliere gli imballaggi e spesso rompeva, ridendo, dei pezzi preziosi; anche Maria Antoinetta si interessava a questa bella esposizione, dove Boizot poté studiare ogni anno il suo viso..."





4 commenti:

  1. Ciao Laura,
    come stai? Io per ora sono impegnatissima e non ho tempo per entrare su facebook. Appena avrò tempo libero, ritornerò. Bellissimo questo tuo articolo e molto interessante. Quindi, era Luigi XVI ad essere un collezionista e ad amare le porcellane di manifattura Sevres. Quindi durante il Natale teneva una mostra in quella meravigliosa stanza per così dire. Grazie per queste preziose informazioni e queste belle immagini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, tutto bene, anche io ultimamente ho poco tempo per tutto. Ti ringrazio per i tuoi apprezzamenti. Ti aspetto ma comunque ci sentiamo prima di Natale. Un abbraccio cara!

      Elimina
  2. Bellissima stanza! Complimenti per il blog, anch'io sono un appassionato di Maria Antonietta e ho aperto un blog: mi fa piacere aver trovato un blog italiano dedicato alla regina! Se ti va di passare da me, sei la benvenuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo, grazie mille! Il tuo blog è bellissimo, sarà un piacere seguirti!

      Elimina